CONTABILIZZAZIONE ENERGETICA DEL CALORE
In riferimento al D.C.R. 98-1247 dell’11 gennaio 2007, entro il 01/09/2012 sarà necessario installare, nella abitazioni servite da riscaldamento centralizzato, apparecchi per la contabilizzazione energetica e per il calcolo dei consumi effettivi dei singoli appartamenti. Si prevede di installare su tutti i radiatori dello stabile un moderno ripartitore di calore della Caleffi rispondente alle normative UNI EN 834 e marcato CE, che rileva il calore emesso da ognuno fornendo i dati per la ripartizione a effettivo consumo.

I ripartitori, per normativa, forniscono dei valori adimensionali (non kWh o kcal) pertanto in fase di conteggio i numeri a display saranno moltiplicati per uno specifico coefficiente derivante dalla caratteristiche del radiatore su cui sono installati, rilievo e calcolo a nostra cura. La posizione di montaggio è al centro del radiatore ed è al 75% dell’altezza. In caso di presenza di copricaloriferi che ostacolano la circolazione tra il radiatore ed ambiente, sono da installare i ripartitori dotati di sonda a distanza al fine di avere una corretta misurazione; va detto che i copricaloriferi ostacolano il riscaldamento dell’ambiente e peggiorano di molto i singoli consumi, quindi è consigliabile la loro eliminazione.

I dati vengono ricevuti mediante una lettura esterna senza aver bisogno di installare dei concentratori radio per le scale. La radiotrasmissione adottata è innocua alla salute in quanto i messaggi sono emessi 6 volte al giorno con una durata singola di 0.1 secondo. La potenza di trasmissione è inferiore a 2mW (c. 1/1000 dei telefoni cellulari e minore delle lampade al neon o televisori) alla frequenza civile criptata di 433,82 Mh (come telecomandi, cordless, apricancelli).

Si ricorda inoltre che fino al 31/12/2011 con la nuova finanziaria riguardante il risparmio energetico,e’possibile detrarre al 36% l’intero importo del lavoro eseguito,ad esso bisogna aggiungere l’importo delle pratiche sotto elencate che rientreranno nella detrazione.

PRATICHE redatte da un nostro tecnico abilitato:

– pratica per detrazione fiscale 36% con invio telematico all’Enea;
– pratica allegato “C” art. 28 LEGGE 10/91 attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici con invio telematico alla Regione Piemonte;
– relazione tecnica in base al D.L. 192/05 per il risparmio energetico.

Al fine di presentare un preventivo ottimale è necessario il sopralluogo del nostro tecnico specializzato.

CERTIFICAZONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI REGIONE PIEMONTE
La nostra azienda si avvale di un collaboratore esterno abilitato dalla Regione Piemonte al rilascio del Certificato Energetico dell’Edificio.
In riferimento alla Direttiva 2002791/CE del Parlamento Europeo del 16/12/2002 sul rendimento energetico, entrata in vigore in Italia con il Decreto Ministeriale del 26/06/2009 che tratta le “Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici”, è necessario il rilascio dell’ Attestato di Certificazione Energetica (ACE), secondo le modalità di cui alla D.G.R. n.43-11965, nei seguenti casi:
edifici di nuova costruzione all’atto di chiusura dei lavori ai fini dell’ottenimento dell’agibilità;
ristrutturazione edilizia all’atto di chiusura dei lavori ai fini dell’ottenimento dell’agibilità;
compravendita dell’interno immobile o singole unità immobiliari;
locazione di interno immobile o singole unità immobiliari.
La certificazione energetica consente inoltre all’utente di conoscere le caratteristiche energetiche oggettive del proprio edificio e la conseguente efficienza.
L’ACE ha una validità di 10 anni dalla data di registrazione della pratica al catasto energetico regionale. Tale validità decade prima della scadenza dei 10 anni qualora vengono effettuati interventi che modificano le prestazioni energetiche dell’edificio.

Close
Go top